REPORT DI SOSTENIBILITÀ 2019

CREATORI DI UNA STORIA RADICATI SUL TERRITORIO FONDATORI DI UNA TRADIZIONE

COSTRUTTORI DEL DOMANI

1.2 Una terra, una visione, una storia

Il rispetto della tradizione e della qualità è per noi un valore imprescindibile, grazie alla lunga esperienza enologica che ci accompagna.

ieri La storia della nostra azienda nasce da un incontro che ha cambiato il destino di un’intera regione, la Franciacorta, rendendola una delle zone italiane più pregiate per i vini spumanti.

oggi Negli anni, abbiamo

1967

1879

Nasce la DOC Franciacorta La Franciacorta viene dichiarata zona a Denominazione d’Origine Controllata, grazie alla sua piccola produzione di qualità.

È datato 1879 il registro vitivinicolo della Famiglia Berlucchi che conserviamo tra i documenti storici della famiglia Guido Berlucchi, discendente dei Lana de’ Terzi, nobile famiglia insediatasi in Franciacorta dalla fine del 1400, fonda nel 1950 l’omonima azienda vitivinicola.

continuato a sviluppare soluzioni all’avanguardia in campo enologico per coniugare la tradizione alle moderne conoscenze di tutela delle risorse naturali.

1990

Nasce il Consorzio Franciacorta Il Consorzio Franciacorta nasce il 5 marzo 1990 a Corte Franca per garantire e controllare il rispetto della disciplina di produzione del Franciacorta, che indica un vino prodotto esclusivamente con il metodo della rifermentazione in bottiglia. Il Franciacorta diventa DOCG Il Franciacorta è il primo vino spumante italiano metodo classico a fregiarsi della DOCG, con uno dei disciplinari più severi al mondo.

1955

È l’anno in cui Guido Berlucchi e Franco Ziliani si incontrano Guido Berlucchi, produttore del Pinot del Castello, un vino bianco fermo, incontra il giovane e brillante enologo Franco Ziliani per una consulenza tecnica. Ziliani vede nel terreno morenico e nel particolare microclima della Franciacorta le giuste basi per dare vita al suo sogno: creare un Metodo Classico nella sua terra natale.

1995

1961

1999

Nasce il Pinot di Franciacorta Metodo Classico (allora denominato metodo Champenoise), capostipite dell’attuale Franciacorta L’unione tra lo spirito imprenditoriale, il coraggio e la passione di Franco Ziliani e l’heritage e le importanti relazioni di Guido Berlucchi ha vinto una sfida che negli anni ‘60 pareva quasi impossibile: creare una versione tutta italiana di vini spumanti Metodo Classico. Nascono le prime 3.000 bottiglie di “Pinot di Franciacorta”, il Metodo Classico capostipite dell’attuale Franciacorta. Per la prima volta il nome della zona “Franciacorta” appare su un’etichetta di vino spumante.

Rinnovo dei vigneti Prende avvio il progetto di rinnovo dei vigneti Berlucchi secondo le moderne tecniche di viticoltura.

2007

Viticoltura secondo i principi del biologico e della sostenibilità.

2016

1962

Viticoltura sostenibile Dopo 3 anni di conversione, gli 85 ettari di vigneti Berlucchi ottengono la certificazione biologica.

Nasce il primo Metodo Classico Rosè: Berlucchi Max Rosè Nel 1962 la produzione si espande con il Max Rosé, il primo metodo classico rosé d’Italia, il cui nome Max ricorda un grande amico di Guido, Max Imbert appassionato di Champagne Rosè, che ha suggerito la produzione.

2020

Il primo raccolto Berlucchi pubblica il primo Report di sostenibilità , relativo al 2019.

16

17

Made with FlippingBook Publishing Software