REPORT DI SOSTENIBILITÀ 2019

CREATORI DI UNA STORIA

RADICATI SUL TERRITORIO FONDATORI DI UNA TRADIZIONE

COSTRUTTORI DEL DOMANI

2.3 Le nostre buone pratiche

IL SOVESCIO

La pratica del sovescio è un’ antica tecnica per mantenere e aumentare la fertilità del terreno in modo naturale ; interrando in tutto o in parte specifiche specie erbacee, se ne sfrutta la capacità di cedere al terreno sostanze nutritive. L’utilizzo del sovescio migliora inoltre la struttura del terreno. In seguito a una valutazione attenta della tipologia di suolo, gli agronomi della Guido Berlucchi uti- lizzano varie combinazioni di semenza per sovescio.

Alcune pratiche distintive, messe a punto negli anni grazie a continue sperimentazioni, sono diventate pratiche con- solidate nella gestione sostenibile del vigneto.

LA CONCIMAZIONE ORGANICA

ALCUNE DELLE SPECIE ERBACEE IMPIEGATE Veccia, pisello proteico, pisello foraggero, favino, trifoglio alessandrino, trifoglio squarroso, segale, avena rossa chiara, triticale, colza, trifoglio subterraneo, senape bianca, facelia, orzo.

L’utilizzo di letame, compost e i residui della potatura invernale (sarmenti) che vengono lasciati sul terreno, sono pratiche agricole che aumentano la presenza di sostanze organiche nel terreno - come emerso dal progetto Biopass - le quali consentono alla pianta di crescere sana e vigorosa.

1.037 t letame utilizzato nel 2019

Non usiamo concimi chimici di sintesi, in linea con i principi della viticoltura sostenibile.

L’INERBIMENTO

L’inerbimento naturale è una tecnica colturale di gestione del suolo a basso impatto ambientale che comporta significativi miglioramenti dal punto di vista del microclima in vigneto , influisce sulla minor evotraspirazione dell’acqua dal terreno, garantendone così le disponibilità per la pianta, ne consolida la struttura limitando fenomeni erosivi e fissa elementi nutritivi per la vite.

L’inerbimento influisce positivamente sulla biodiversità in vigneto, limitando il propagarsi di varietà infestanti, proteggendo la fertilità del suolo, stimolando l’attività biologica e favorendo il ripopolamento del vigneto con specie importanti per l’ecosistema, come le api.

34

35

Made with FlippingBook Publishing Software