MANUAL OF USE AND MAINTENANCE

Manuale d’uso e manutenzione SiSteMa di tubazioni in alluMinio e raccordi in nylon 6 per aria coMpreSSa

Manual of use and maintenance aluMiniuM tube SySteM and nylon 6 fittingS for coMpreSSed air

Manuel d’emploi et d’entretien SyStèMe pour la diStribution d’air coMpriMé en aluMiniuM et raccordS en nylon 6

Betriebsanleitung und montage drucKluftSySteM auS aluMiniuMroHren und VerbindungSStÜcKen auS nylon 6

Manual del usuario y mantenimiento SiSteMa de tuboS en aluMinio y racoreS en nilón 6 para aire coMpriMido

Manual de operação e manutenção SiSteMa de tuboS eM aluMÍnio e coneXÕeS eM nÁilon 6 para ar coMpriMido

®

B 15 12 63668 006

Grazie all’impegno costante e alla cura per i dettagli tutta la produzione SICOAIR subisce collaudi e controlli di qualità per garantire costante sicurezza e tutela. Thanks to constant engagement and care for the details, the whole Sicoair production undergoes tests and quality controls to guarantee permanent safety and protection. Grâce à l’acharnement constant et au soin pour les details, toute la production Sicoair est soumise è des essais et des contrôles de qualité afin de garantir toujours protection et sûreté permanente. Dank ständigem Einsetzen und der Sorge für die Details wird die gesamte Sicoair Produktion Tests und Qualitätsprüfungen zur Gewährleistung von Schutz und nachhaltiger Sicherheit unterzogen. Gracias al constante compromiso y al cuidado que se otorga a los detalles la produción Sicoair es objeto de ensayos y pruebas de calidad para garantizar una seguridad y una protección constantes.

Graças ao esforço constante e atenção aos detalhes, toda a produção Sicoair é objecto de testes e con- trole de qualidade para assegurar proteção constante e segurança.

La lingua di riferimento per questo manuale è l’italiano. / Italian is the reference language of this manual. L’Italien est la langue de référence de ce manuel. / Italien ist die Bezugssprache dieser Bedienungsanleitung. Italiano es la lengua de referencia de esto manual. / A língua de referência deste manual é o italiano.

I t a l I a n o

®

SISTEMA DI TUBAZIONI IN ALLUMINIO E RACCORDI IN NYLON 6 PER ARIA COMPRESSA

MANUALE D’USO E MANUTENZIONE

6

SOMMARIO

1 .

IL SISTEMA

7

2.

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

7

3.

CONDIZIONI DI GARANZIA

7

4.

CONDIZIONI DI ESERCIZIO

8

5.

CARATTERISTICHE TECNICHE

8

6.

DIRETTIVA PED 97/23/CE

8

7.

CONSIGLI DI SICUREZZA

9

8.

CONDIZIONI DI STOCCAGGIO

9

9.

DESCRIZIONE COMPONENTI 9.1.

9 9 9

Componenti per prodotti con DN ≤ 32 Componenti per prodotti con DN ≥ 40

9.2.

10.

ISTRUZIONI DI ASSEMBLAGGIO 10.1. Accorgimenti per l’installazione 10.2. Preparazione del tubo 10.3. Assemblaggio tubo - raccordo

10 10 10 11 13 13 13 13 14 15 16 17 18 19 20 20 21 21 22 22

11.

NORME TECNICHE DI INSTALLAZIONE 11.1. Premessa

11.2. Staffaggio della tubazione 11.3. Calcolo punti di flessione

11.4. Tipi di lire 11.5. Pendenze 11.6. Staffaggio tubi 11.7. Zone 11.8. Passo staffe 11.9. Discese e calate

11.10. Lira con tubo flessibile 11.11. Curva con tubo flessibile

12.

CALCOLARE UNA RETE DI DISTRIBUZIONE ARIA 12.1. Portate ammesse sulla tubazione

12.2. Perdite di carico dei raccordi 12.3. Dimensionamento della rete

13.

RISCHI RESIDUI

22

14.

MANUTENZIONE

22

7

1. IL SISTEMA

I T A L I A N O

Dal piccolo impianto di distribuzione per le utenze artigianali al grande impianto di produzione industriale, SicoAIR è la soluzione pratica e fun- zionale per la distribuzione dell’aria compressa! Derivante da anni di esperienza nel settore dell’aria compressa, SicoAIR si basa su una linea di tubi in alluminio calibrati e trattati superficialmente costituita da una gamma dal diametro 20 mm al 63 mm. La giunzione avviene invece con raccordi in nylon altamente resistenti agli urti e alla pressione. Tutto ciò fa si che la linea SicoAIR abbia passato severi test di prodotto dell’en- te di certificazione TUV essendo testata a 4 volte la pressione normale di esercizio (PN12.5). Inoltre, negli stessi test la linea SicoAIR ha dimostrato eccellente resistenza alla fatica generata dagli sbalzi di pressione conseguenti ai colpi d’ariete e ottima durata in nebbia salina. Grazie poi ai ricoprimenti superficiali SicoAIR garantisce un bassissimo attrito al passaggio dell’aria e bassissimi tempi di posa grazie alla colorazione delle linee secondo le richieste normative per il riconoscimento dei fluidi (evitando quindi successive pitture dei tubi). Infine, la linea SicoAIR è compatibile con tutti gli altri prodotti del catalogo Sicomat costituendo quindi la base di un sistema completo, flessibile e funzionale per tutte le necessità riguardanti la distribuzione dei fluidi di normale uso industriale.

SicoAIR rappresenta una soluzione versatile e sicura per la distribuzione dell'aria compressa.

Perchè viene suggerito SicoAIR?

La risposta è nei punti forza di SicoAIR: • Facile e veloce da installare • Pochissime perdite di carico • Nessuna corrosione • Riutilizzabile • Resistente al fuoco • Resistente ai raggi UV • Buona resistenza allo shock • Nessuna saldatura nel montaggio

2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO

Direttiva 97/23/CE del Parlamento Europeo e del consiglio del 29 maggio 1997 per il ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di attrezzature a pressione.

3. CONDIZIONI DI GARANZIA

1. La Sicomat garantisce che il proprio prodotto è privo di difetti di materiale e di fabbricazione in circostanze normali per un anno dalla data di consegna della merce, in caso di vendita di prodotti da catalogo e per due anni dalla data di consegna in caso di vendita di prodotti realizzati su precise indicazioni e/o progetto dell'Acquirente. 2. L'acquirente dovrà segnalare alla Sicomat la difettosità della merce ricevuta a mezzo comunicazione scritta entro e non oltre 8 giorni lavorativi dal ricevimento della merce, in caso di vendita di prodotti da catalogo ed entro 60 giorni in caso di vendita di prodotti realizzati su precise indicazioni e/o progetto dell'Acquirente. 3. La garanzia prevede la sostituzione o la riparazione gratuita della merce riconosciuta difettosa dalla Sicomat. 4. Le spese di trasporto della merce difettosa per la restituzione alla Sicomat sono a carico dell'acquirente, mentre le spese di trasporto della merce data in sostituzione sono a carico della Sicomat oppure così come le spese di trasporto della merce data in sostituzione all'acquirente. 5. Nel caso in cui l'acquirente non sia nella possibilità o non voglia procedere direttamente allo smontaggio ed al rimontaggio della merce ritenuta difettosa, potrà richiedere l'intervento di un tecnico incaricato dalla Sicomat sostenendone tutti i relativi costi, anche di viaggio e di trasferta. L'acquirente dovrà indicare la sede del richiesto intervento se questa è differente rispetto a quella dell'avvenuta consegna. 6. La garanzia non copre in alcun modo i materiali di normale uso e consumo associati alla merce o utilizzati per la riparazione della merce stessa. 7. Dalla presente garanzia è, in ogni caso escluso qualsiasi altro tipo di indennizzo e/o danno, compresa la perdita di produzione, perdita di profitto, mancato utilizzo, perdita di contratti o per qualsiasi perdita, economica o indiretta basata, la riduzione del prezzo o la risoluzione dei contratti. La presente garanzia non viene riconosciuta e decade: a) in caso di mancato rispetto del termine indicato al precedente punto 2) da parte dell'acquirente per la denuncia dei difetti; b) in caso di ritardo nei pagamenti da parte dell'acquirente in relazione alle somme dovute alla Sicomat anche per forniture diverse rispetto a quella contestata; c) nel caso in cui la Sicomat rilevi interventi e/o modifiche di qualsiasi genere della merce effettuate da persone non espressamente incari- cate dalla Sicomat o senza il consenso scritto della società stessa; d) in caso di montaggi ed usi impropri della merce difformi da quanto espressamente indicato dalla società Sicomat o rilevabile dai manua- li d'uso e manutenzione forniti con la merce dalla stessa Sicomat; e) in caso di normale usura della merce stessa; f) in caso di urti e/o sovraccarichi; g) in caso di errata manutenzione e/o improprio stoccaggio e conservazione inadeguata. 8. La presente garanzia ed i relativi rimedi sono esclusivi e sostitutivi di qualsiasi garanzia orale, scritta, espressa, implicita o di legge, comprese, senza limitazioni, eventuali responsabilità imputabili a garanzie di commerciabilità o inidoneità per uno scopo specifico. 9. In nessun caso la Sicomat potrà essere ritenuta responsabile di eventuali danni diretti, speciali, accidentali, indiretti o incidentali imputabili ad un utilizzo scorretto, improprio o non autorizzato del prodotto o a difetti dello stesso oppure a qualsiasi violazione della garanzia o altra teoria legale.

8

4. CONDIZIONI DI ESERCIZIO Temperature ammissibili: - 20 °C / + 70 °C Pressione di esercizio nominale: PN 12,5 Fluido vettore: aria compressa

Temperatura massima [°C]

Pressione massima di esercizio [bar]

30 50 70

12,5

9 5

5. CARATTERISTICHE TECNICHE Le caratteristiche tecniche sono garantite esclusivamente con componenti SICOAIR. Il prodotto SicoAir è costituito da un Tubo in Alluminio primario EN AW-6060 T6 (Al Mg Si 0,5) aventi le seguenti caratteristiche:

Composizione chimica

Lega Cu Al 6060 0,1 0,1-0,3 0,1 0,35-0,6 0,3-0,6 0,15 0,05 0,1 Resto Fe Mn Mg Si Zn Cr Ti

Peso specifico 2,70 Kg/dm 3

Composizione chimica

Lega

Carico rottura Limite snervamento Allungamento A % Durezza HB

6060 R m 215 N/mm 2

R p0,2 160 N/mm 2

8

75

Modulo elasticità 69000 N/mm 2

Cromatazione interna ed esterna

Resistività elettrica 0,033 Ω mm 2 /m Estrusione calibrata Conducibilità termica 210 W/mK Tolleranze ammesse sul diametro +0,1 – 0,3 Temperatura fusione 615-655 °C Coefficiente dilatazione termica K = 0,000023

La verniciatura elettrostatica dei tubi, RAL 5015, è conforme al D.Lgs 81/08 Titolo V. I tubi sono marchiati come richiesto dalle nostre procedure di qualità e garanzia prodotto, per assicurare l’identificazione e la rintraccia- bilità del prodotto stesso. La gamma di prodotti disponibile è indicata nella tabella sottostante:

20

25

32

40

50

63

DN (mm)

6. DIRETTIVA PED 97/23/CE Il prodotto SicoAir come indicato nelle condizioni di esercizio può essere utilizzato a pressioni di esercizio PN pari a 12,5 bar e pertanto è sog- getto ad una verifica di applicabilità della direttiva europa 97/23/CE (PED) che deve essere applicata quando la PN è maggiore di 0,5 bar. Per verificare se il prodotto SicoAir rientra nel campo di applicazione della direttiva 97/23/CE sarà necessario considerare i seguenti paramenti: - Tipo di fluido: aria compressa (fluido gruppo 2) - Pressione di esercizio PN: 12,5 bar (si considera la pressione di esercizio massima) - Diametro nominale DN: 63 mm (si considera il DN maggiore) Art. 3, punto 1.3 b – direttiva 97/23/CE Tubazione destinata a: a) gas, gas liquefatti, gas dissolti sotto pressione, vapori e liquidi la cui tensione di vapore alla temperatura massima ammissibile è superiore di 0,5 bar alla pressione atmosferica normale (1 013 mbar), entro i seguenti limiti: - per i fluidi del gruppo 2, quando la DN è superiore a 32 e il prodotto PS·DN è superiore a 1 000 bar (allegato II, tabella 7);

Si riporta il calcolo del prodotto PS e DN: PSxDN = 12.5x63= 787.5 bar < 1000 bar

Si riporta sul grafico i valori di PS e DN.

Art. 3. Par. 3

Tab. 7

9

Come si evince dal calcolo e dalla tabella 7 il prodotto SicoAir rientra nel paragrafo 3 dell’articolo 3 e pertanto non deve recare la marcatura CE di cui all’articolo 15 della direttiva 97/23/CE. Il prodotto SicoAir viene pertanto fornito con le istruzioni per l'uso e la manutenzione.

I t a l I a n o

7. CONSIGLI DI SICUREZZA

IMPORTANTE Leggete attentamente il presente manuale in quanto fornisce importanti indicazioni ed avvertenze sulla sicurezza, l’uso e la manutenzione del sistema.Inoltre sarà opportuno conservarlo con cura per ulteriori consultazione.

- Dopo aver rimosso l’imballo, assicursi dell’integrità dei componenti; in caso di dubbio non utilizzare i componenti e rivolgersi alla SICOMAT srl. - È indispensabile attenersi alle Istruzioni richiamate nel presente manuale. - Qualsiasi installazione realizzata in modo non conforme ai requisiti specificati nel presente manuale può compromettere la sicurezza del- l’utilizzatore - I tubi e raccordi non devono essere installati a contatto di fonti di vibrazioni e shock termici che portino al superamento dei limiti ripor- tati nel paragrafo “CONDIZIONI DI ESERCIZIO” - SICOMAT srl declina ogni responsabilità per danni a persone, animali o cose causati da un’errata installazione o derivanti da un uso improprio e irragionevole.

IMPORTANTE Il prodotto SICOMAT SicoAIR non deve essere mai utilizzato per il montaggio diretto su compressori, essiccatori e serbatoi. In queste applicazioni deve sempre essere interposto un apposito tubo flessibile.

8. CONDIZIONI DI STOCCAGGIO I componenti vanno stoccati in ambiente chiuso, pulito ed in ombra, non esposti a calore o direttamente al sole.

9. DESCRIZIONE COMPONENTI I componenti del prodotto SicoAir variano in funzione del diametro nominale.

9.1 Componenti per prodotti con DN ≤ 32

Raccordo Cod. R2XX.XXX.XXX composto da: A. Ghiera di serraggio Nylon 6 Blu B. Graffette di bloccaggio acciaio inox armonico C. Distanziale Nylon 6 Nero D. Guarnizione di tenuta OR - NBR E. Corpo Nylon 6 Nero

9.2 Componenti per prodotti con DN ≤ 40

Raccordo Cod. R2XX.XXX.XXX composto da: A. Ghiera di serraggio Nylon 6 Blu B. Graffette di bloccaggio acciaio inox armonico C. Distanziale Nylon 6 Nero D. Guarnizione di tenuta OR - NBR

E. Corpo Nylon 6 Nero F. Compensatore interno

10

10. ISTRUZIONI DI ASSEMBLAGGIO

10.1. Accorgimenti per l’installazione

Verificare la compatibilità del fluido vettore (se diverso da aria compressa) con Nylon 6, NBR e Alluminio, facendo riferimeno alla “Tabella com- patibilità” da richiedere alla Sicomat. Considerare le dilatazioni termiche attivando le soluzioni tecniche più idonee all’impianto da eseguire.

10.2. Preparazione del tubo

Disporre di tagliatubo Cod. R230.000.009 - R230.000.010 (a seconda del diametro del tubo), posizionare l’attrezzo perpendicolarmente al tubo da tagliare e procedere al taglio.

Disporre di smussatore (Cod. R230.000.008 per tubi fino a Ø 40, Cod. R230.000.011 per tubi oltre Ø 40) e smussatore per interni (Cod. R230.000.007) e operare secondo le Istruzioni riportate nella documentazione allegata all’attrezzo in uso. Smussare il tubo nel modo più regolare possibile evitando di generare trucioli non completamente distaccati dallo stesso che potrebbero incidere e danneggiare la guarnizione.

Cod. R230.000.008

Cod. R230.000.011

Cod. R230.000.007

L’operazione di smussatura, indispensabile per evitare di danneggiare la guarnizione di tenuta del raccordo, dovrà rispettare le condizioni riportate nello schema seguente.

S

Sm = 1/2 spessore

IMPORTANTE: Per un perfetto collegamento tra i tubi, si raccomanda di effettuare il taglio perfettamente perpendicolare, rimuovere even- tuali bave e smussare lo spigolo al fine di salvaguardare la guarnizione di tenuta durante l’inserimento.

SMUSSO

Durante le operazioni di taglio e bisellatura evitare di danneggiare la superficie verniciata della zona di tenuta (circa 50mm dall’estremità dei tubi).

11

10.3. Assemblaggio tubo-raccordo

I t a l I a n o

Verificare che tutte le parti del raccordo siano correttamente montate. Verificare attentamente l’orientamento della graffetta, se essa viene montata in maniera non corretta la tenuta del raccordo non è garantita.

RACCORDO

GRAFFETTA

GHIERA

ANTISVITAMENTO

Prima di inserire il tubo nel raccordo avvitare la ghiera, fino contro il dente del dispositivo di antisvitamento e non oltre. Il tubo va inserito nel raccordo fin contro la battuta d’arresto, oltre la guarnizione . Per avere la certezza che questo sia avvenuto si può verificare creando un segno sul tubo partendo dall’estremità alla misura “L” indicata nella tabella sottostante.

DN

20 45

25 55

32 60

40 65

50 85

63 95

L[mm]

La chiave di chiusura “SICOAIR” R235 azzurra presenta un scasso che risulta essere la dima per marcare il riferimento di posizione corretta del tubo nel raccordo.

Per facilitare l’inserimento del tubo nel raccordo, si consiglia di lubrificare sia la parte esterna del tubo che la guarnizione interna del raccordo stesso. La lubrificazione oltre a facilitare l’inserimento del tubo nel raccordo ottimizza il funzionamento della guarnizione evitando danneggiamenti nel tempo.

GRASSO NEUTRO O VASELINA

Utilizzare grasso neutro o vaselina

Lubrificare la parte interna del tubo

Lubrificare la parte esterna del tubo

Effettuare l’inserimento

È possibile anche utilizzare lubrificanti spray, purchè neutri o di vaselina.

Nel caso in cui sia specificatamente richiesta l’assenza di qualsiasi tipo di lubrificante nell’impianto è possibile comunque effettuare l’inserimento del tubo nel raccordo anche senza l’ausilio di lubrificanti.

12

Quando il tubo è correttamente inserito nel raccordo avvitare a fondo la ghiera sorpassando il tassellino dell’antisvitamento.

Per rendere più agevole la chiusura meccanica del raccordo è consigliato utilizzare le chiavi “SICOAIR”.

Nella tabella è indicata, per ogni misura di raccordo, la forza (espressa in Nm) necessaria per la chiusura della ghiera al fine di assicurare una perfetta tenuta sia pneumatica che meccanica.

DN

20

25

32

40

50

63

F [Nm]

9÷11

11÷13

12÷15

15÷17

17÷20

18÷22

IMPORTANTE: Non utilizzare chiavi e pinze che possono danneggiare i raccordi.

Per una corretta installazione e per non pregiudicare la tenuta pneumatica dei raccordi, non sono ammessi disassamenti oltre i 2° dall’asse originale.

13

11. NORME TECNICHE DI INSTALLAZIONE

I t a l I a n o

11.1. Premessa

Tutti i calcoli teorici e le considerazioni contenute in questo manuale, sono validi in condizioni di temperatura ambiente di installazione compresa tra i 15 e 25°C.

Escursione dovuta alla dilatazione termica

ATTENZIONE Nell’eventualità che l’installazione avvenga a temperature non comprese nell’intervallo sopra indicato si dovranno apportare le dovute correzioni.

11.2. Staffaggio della tubazione

La distanza minima della staffa dal raccordo deve essere di 100/150 mm per permettere lo scorrimento del tubo dovuto alla dilatazione termica. Quando la tubazione supera i 30 metri, occorre inserire adeguati mezzi di compensazione della dilatazione (coefficiente di dilatazione del- l’alluminio K = 0,000023). Nella progetttazione dell’impianto occorre considerare gli spazi minimi indispensabili a garantire la corretta dilatazione del tubo.

11.3. Calcolo punti di flessione

Al fine di permettere il giusto funzionamento dell’impianto è necessario dimensionare e predisporre, sui tratti lunghi, i punti di assorbimento delle dilatazioni provocate dagli sbalzi termici.

LEGENDA A-B *= QUOTA (mm) L-L1-L2 = LUNGHEZZE (mt) DL = DILATAZIONI (mm) DT = ESCURSIONE TERMICA (°C) M = STAFFA MOBILE F = STAFFA FISS A

* la quota B non risulta vincolante ai fini del funzionamento

ESEMPI:

L1 = 40 mt DT = 50°C DL = DT x 0.02 x L = 50 x 0.02 x 40 = 40 mm L2 = 40 mt

DL = DT x 0.02 x L A = DL x 23 B = 0.7 x A

A = DL x 23 = 40 x 23 = 920 mm B = 0.7 x A = 0.7 x 920 = 640 mm

14

11.4. Tipi di lire Esempi applicative di assorbimento della dilatazione.

LEGENDA MS = MENSOLA

P = PENDENZA D = DISCESA M = STAFFA MOBILE F = STAFFA FISSA

Lira piana

Lira verticale (verso l’alto)

Lira verticale (verso il basso)

IMPORTANTE: Al fine di evitare accumuli di condensa è da non utilizzarsi la lira verticale (verso il basso) priva di scarico di condensa.

15

11.5. Pendenze

I t a l I a n o

Tutte le tubazioni orizzontali devono essere posizionate con una leggera inclinazione (0,1÷0,5%) al fine di permettere il drenaggio dell’ac- qua di condensa che si potrebbe formare nell’impianto.

È necessario che le pendenze permettano di convogliare l’acqua negli scarichi ( manuali o automatici) predisposti nell’impianto. Posizionare questi dispositivi nei punti più bassi.

Esempio dimostrativo

PENDENZA DRENAGGIO

16

11.6. Staffaggio tubi

Al fine di permettere la dilatazione delle condutture ed evitare punti di tensione che possono pregiudicare il buon funzionamento dell’impian- to, le condutture devono essere staffate al fabbricato utilizzando “collari fissi” e “collari scorrevoli” opportunamente dislocati.

PUNTO FISSO

COLLARE SCORREVOLE

I “collari fissi” supportano la tubazione e la bloccano assialmente, mentre i “collari scorrevoli” supportano la tubazione permettendo lo scorrimento assiale.

COLLARE FISSO

COLLARE SCORREVOLE

17

11.7. Zone

I t a l I a n o

Per facilitare gli interventi di manutenzione, disporre con criterio valvole a sfera finalizzate a sezionare l’impianto per interventi localizzati.

RUBINETTO

RUBINETTO

18

11.8. Passo staffe

Per una buona stabilità delle tubazioni è estremamente importante dimensionare con attenzione il passo delle staffe di supporto. A tale scopo utilizzare la tabella sottostante.

PASSO

DN 20/25

32

40

50

63

2,5

3

3,5

4

4,5

P

LEGENDA L = LUNGHEZZA (mt) P = PASSO STAFFE (mt)

M = STAFFA G = GIUNTO

In prossimità delle giunzioni, al fine di evitare flessioni indesiderate, è sempre necessaria una staffa anche se il passo “P” non lo richiede.

NO

OK

19

11.9. Discese e calate

I t a l I a n o

DL = DT x 0,02 x L A = DL x Y

LEGENDA A = QUOTA (mm)

L1-L2 = LUNGHEZZE (mt) DL = DILATAZIONE (mm) DT = ESCURSIONE TERMICA (°C) F = STAFFA FISSA U = UTILIZZO Y = FATTORE DI CALCOLO

FATTORE DI CALCOLO Y

DN 20/25

32 25

40 28

50 33

63 50

20

Y

Nel caso di utilizzo di valvole a sfera provvedere a fissare con buona stabilità l’estremità della discesa.

NO

OK

20

11.10. Lira con tubo flessibile

In alternativa alle lire “standard” è possibile l’utilizzo dei tubi flessibili seguendo le indicazioni sotto riportate.

DL = DT x 0,02 x L B = (2xR) + DL1 + DL2 Y

LEGENDA L1-L2 = LUNGHEZZE (mt) DL1-DL2 = DILATAZIONI (mm) DT = ESCURSIONE TERMICA (°C)

M = STAFFA R = RAGGIO A-B = QUOTE (mm)

QUOTE R-A (mm)

DN

20 70

25 85

32

40

50

63

100 500

130 560

160 600

200 800

R (mm) A (mm)

370

390

ATTENZIONE Per i tubi flessibili fare riferimento ai dati del costruttore.

11.11. Curva con tubo flessibile

È possibile con l’utilizzo del tubo flessibile gestire il cambio di direzione e contemporaneamente compensare la dilatazione termica.

L min = 1000 mm

LEGENDA L1-L2 = LUNGHEZZE (mt) DL1-DL2 = DILATAZIONI (mm) M = STAFFA R = RAGGIO L = SVILUPPO FLESSIBILE (mm)

Evitare curve troppo “chiuse” e troppo “tese”.

21

12. CALCOLARE UNA RETE DI DISTRIBUZIONE ARIA

I t a l I a n o

perdita di carico per 100 m (in bar)

Pressione (in bar)

Diametro esterno del tubo (mm)

asse di riferimento

Portata ANR* (in l/min.)

12.1. Portate ammesse sulla tubazione

La qualità delle superfici interne dei tubi e dei raccordi, permette di garantire delle portate superiori, a sezioni equivalenti, rispetto ai tubi in ferro. Per tutti i calcoli relativi alle portate smaltite ai diversi livelli di pressione dai raccordi SICOAIR in funzione dei vari diametri disponibili si rimanda al normogramma seguente e alle relative istruzioni di utilizzo. Il normogramma può essere utilizzato in modi diversi, a seconda dei dati di partenza e delle grandezze da ricavare: a. calcolo della portata partendo dal diametro esterno del tubo, dalla pressione e dalla perdita di carico ammissibile. Si procede nel modo seguente: prima di tutto deve essere tracciata una retta che congiunga il valore di perdita di carico (asse A) con il valore di pressione (asse C). Tale retta incontra l’asse R in un punto x. Tracciare poi una retta da x, che intersechi l’asse B in corrispondenza del diametro esterno del tubo. L’intersezione tra il prolungamento di questa retta e l’asse A indica il valore della portata. b. calcolo del diametro esterno del tubo partendo dal valore di pressione, dalla portata e dalla perdita di carico ammissibile. Si procede nel modo seguente: prima di tutto deve essere tracciata una retta che congiunga il valore di pressione (asse C) e il valore di perdita di cari- co (asse A). Tale retta incontra l’asse R in un punto x. Tracciare poi una retta che congiunga il valore x con il valore di portata richiesto (asse A); l’intersezione di questa retta con l’asse B indica il diametro esterno della tubazione da utilizzare. c. calcolo della perdita di carico partendo dal diametro esterno della tubazione dalla pressione e dalla portata. Si procede nel modo seguente:

22

dal valore di portata (asse A) tracciare una retta fino al valore del diametro esterno della tubazione (asse B). Tale retta interseca l’asse R in un punto x. Da x occorre poi tracciare una retta fino al valore di pressione (asse C). L’intersezione tra il prolungamento di questa retta e l’asse A indica il valore della perdita di carico della tubazione.

NOTA: la portata nel nomogramma è espressa in ANR ( Atmosfera Normale di Riferimento) definita come: portata reale alla pressione effettiva (P) x pressione assoluta (P+1) [bar]

Il nomogramma è riferito a una temperatura del fluido di 15°C. Per valori diversi di temperatura occorre inserire un fattore di correzione della temperatura. Ad esempio, dovendo valutare una portata a 0°C: portata a 0°C = portata a 15°C x 0°C+273 288

12.2. Perdita di carico dei raccordi

I raccordi, pur essendo lisci all’interno ed avendo lo stesso diametro interno dei tubi, creano comunque un ostacolo al flusso dell’aria in modo particolare quando determinano un cambiamento di direzione, come nel caso di curve, T e riduzioni. Nella tabella sono riportati i dati delle perdite di carico causate dai raccordi. Ogni raccordo o cambio direzione corrisponde a X metri di tubazione come specificato nella tabella.

Diam.

T in

Esterno

Manicotti

Gomiti 90°

T in linea

Riduzioni

deviazione

tubo 20

0,15

0,40

0,20

0,60

0,20

0,20

0,50

0,30

0,80

0,25

25

0,25

0,60

0,40

1,10

0,35

32

0,30

0,80

0,50

1,40

0,45

40

0,40

0,95

0,70

1,70

0,60

50

0,50

1,25

0,95

2,30

0,75

63

12.3. Dimensionamento della rete

Avendo noto il consumo di aria compressa espresso in l/min., e stabilita la perdita di carico accettabile, si fa riferimento al nomogramma per stabilire la dimensione dei tubi. Esaminato l’impianto e considerati i cambi direzione, i T e le riduzioni, si completano e correggono, con i dati della tabella precedente, le informazioni precedentemente valutate.

13. RISCHI RESIDUI Le tubazioni e i raccordi possono generare i seguenti rischi residui nel caso in cui non vengano rispettate le informazioni e le prescrizioni di sicurezza riportante nelle presenti istruzioni d’uso: - Pericolo di eiezioni di fluido in pressione in caso di sfilamento dei raccordi generato da serraggio non adeguato. - Pericolo di eiezioni di fluidi in pressione in caso di danni alla tubazione generati - Pericolo di eiezioni di fluidi in pressione causati da pressioni di esercizio superiori alla pressione massima consentita di 12,5 bar.

14. MANUTENZIONE

IMPORTANTE Qualunque tipo di intervento sul sistema va eseguito in assenza di pressione.

Si riporta di seguito un elenco di verifiche e controlli consigliati da SICOMAT: - Verificare annualmente lo stato degli impianti - Controllare il serraggio delle ghiere - In caso di urti, verificare lo stato della tubazione; in caso di danni sostituire i componenti danneggiati.

®

e n g l I s h

ALUMINIUM PIPING SYSTEM AND NYLON 6 FITTINGS FOR AIR COMPRESSOR

OPERATION AND MAINTENANCE MANUAL

24

SOMMARIO

1 .

THE SYSTEM

25

2.

REFERENCE STANDARD

25

3.

WARRANTY CONDITIONS 

25

4.

OPERATING CONDITIONS

26

5.

TECHNICAL DETAILS

26

6.

PED DIRECTIVE 97/23/EC

26

7.

SAFETY ADVICE

27

8.

STORAGE CONDITIONS

27

9.

DESCRIPTION OF COMPONENTS

27 27 27 28 28 28 29 31 31 31 31 32 33 34 35 36 37 38 38 39 39 40 40

9.1.

Components for products with DN ≤ 32

9.2.

Components for products with DN ≥ 40

10.

ASSEMBLY INSTRUCTIONS

10.1. Installation measure 10.2. Preparing the pipe 10.3. Assembling pipe - fitting

11.

TECHNICAL STANDARDS FOR INSTALLATION

11.1. Preamble 11.2. Clamping of the pipe 11.3. Calculation of bending points 11.4. Types of bevel 11.5. Gradients 11.6. Pipe brackets 11.7. Zones

11.8. Bracket spacing 11.9. Descent and drop

11.10. Bevel with flexible hose 11.11. Curve with flexible hose

12.

CALCULATE AN AIR DISTRIBUTION NETWORK

12.1. Flow rates permitted on the pipes 12.2. Load Losses of the fittings 12.3. Network dimensioning

13.

RESIDUAL RISKS

40

14.

MAINTENANCE

40

25

1. THE SYSTEM

From the small distribution facility for artisan users to large industrial manufacturing plants, SicoAIR is the practical and functional solution for the distribution of compressed air! Resulting from years of experience in the compressed air industry, SicoAIR is based on a line of aluminum pipes calibrated and surface treated in a range from 20 mm to 63 mm. The joint are made with nylon fittings which are highly resistant to impact and pressure. All this means that the SicoAIR line has passed the rigorous product tests of the certification body TUV being tested at 4 times the normal operating pressure (NP 12.5). Moreover, in the same test the SicoAIR line showed excellent resistance to fatigue generated by pressure changes resulting from pressure sur- ges and excellent durability in salt spray. The SicoAIR coatings also guarantee a very low friction surface to the air flow and very low installation times thanks to the colour of the lines according to the regulatory requirements for the recognition of fluids (thus avoiding subsequent paintings of the pipes). Finally, the SicoAIR line is compatible with all other products in the Sicomat catalogue thus forming the basis of a comprehen- sive, flexible and functional system for all requirements regarding the distribution of fluids in normal industrial use.

E N G L I S H

SicoAIR is a versatile and secure solution for the distribution of compressed air.

Why is SicoAIR recommended?

The answer is in the strengths of SicoAIR: • Easy and quick to install • Very few load losses • No corrosion • Reusable • Resistant to fire • Resistant to UV rays

• Good resistance to shock • No welding in the assembly

2. REFERENCE STANDARD

Directive 97/23/EC of the European parliament and the council of 29 May 1997 on the approximation of the laws of the Member States concerning pressure equipment.

3. WARRANTY CONDITIONS

1. Sicomat guarantees that its product is free from material and manufacturing faults under normal circumstances for a year from the delivery date of the goods for catalogue products, and for two years from the delivery date of the goods for products made according to specific instructions and/or based on a design from the Buyer. 2. The Buyer must report any faulty goods received to Sicomat in writing within a maximum of 8 working days from receiving the goods for sales of catalogue products, and within 60 days for sales of products made according to specific instructions and/or based on a design from the Buyer. 3. The warranty envisages the free replacement or repair of goods recognised as being faulty by Sicomat. 4. The transport costs for faulty goods to be returned to Sicomat are to be covered by the Buyer, while the transport costs of the repla- cement goods are to be covered by Sicomat. 5. In the event in which the Buyer is not able or does not wish to proceed directly with the disassembly and re-assembly of the goods con- sidered faulty, he/she may request the intervention of a technician appointed by Sicomat, covering all the related costs including travel and transfer. The Buyer shall indicate the location in which the intervention is required if it is different from the original delivery address. 6. The warranty does not cover in any way standard consumables associated with the goods or used for repairing the goods themselves. 7. This warranty excludes all other types of indemnity and/or damage, including loss of production, loss of profit, loss of use, loss of con- tracts or any other economic or indirect loss, price reduction or termination of contracts. This warranty is not valid and is forfeited: a) in the event of failure to comply with the time frames indicated in point 2) above by the Buyer for reporting the faults; b) in the event of delayed payment by the Buyer in relation to the sums owed to Sicomat even for supplies other than the one in question; c) if Sicomat discovers any interventions and/or changes of any kind on the goods that have been performed by people not specifically appointed by Sicomat or without the written consent from the company itself; d) in the event of assembly or improper use of the goods that depart from the specific indications provided by Sicomat or specified in the use and maintenance manuals provided with the goods by Sicomat itself; e) in the event of normal wear and tear on the goods; f) in the event of impact and/or overloading; g) in the event of incorrect maintenance and/or storage and unsuitable conservation. 8. This warranty and the related remedies are exclusive and replace any spoken, written, explicit, implicit or legal guarantee including, without limitations, any liability attributable to guarantees of saleability or unsuitability for a specific purpose. 9. In no case can Sicomat be held liable for any direct, special, accidental, indirect or incidental damage attributable to incorrect, improper or unauthorised use of the product or to product faults or to any breach of the warranty or other legal theory.

In case of discrepancies, the Italian language version shall prevail.

26

4. OPERATING CONDITIONS Allowable temperatures: - 20 °C / + 70 °C Nominal operating pressure: NP 12,5 Carrier fluid: compressed air

Max. temperature [°C]

Max. operating pressure [bar]

30 50 70

12,5

9 5

5. TECHNICAL DETAILS Specifications are only guaranteed with SICOAIR components. The SicoAir product consists of a Pipe in Primary aluminum EN AW-6060 T6 aluminum (Al Mg Si 0.5) having the following characteristics

Chemical composition

Alloy Al 6060 0,1 0,1-0,3 0,1 0,35-0,6 0,3-0,6 0,15 0,05 0,1 Remainder Cu Fe Mn Mg Si Zn Cr Ti

Specific weight 2,70 Kg/dm 3

Chemical composition

Alloy Tensile strength 6060 R m 215 N/mm 2

Limit yield

Elongation A% Hardness HB

R p0,2 160 N/mm 2

8

75

Elasticity module 69000 N/mm 2

Internal and extrenal chromate

Electrical resistance 0,033 Ω mm 2 /m Calibrated extrusion Thermal conductivity of 210 W/mK Permitted tolerances on diameter +0,1 – 0,3 Melting temperature 615-655 °C Coefficient of thermal expansion K = 0,000023

The electrostatic coating of pipes, RAL 5015, is in accordance with Legislative Decree 81/08 Title V. The pipes are marked as required by our quality assurance procedures and product guarantee to ensure the identification and traceability of the product. The range of products available is shown in the table below:

20

25

32

40

50

63

DN (mm)

6. PED DIRECTIVE 97/23/CE The SicoAir product as indicated in the operating conditions can be used at working pressures of NP 12.5 bar and therefore is subject to a verification of the applicability of European Directive 97/23/EC (PED) that must be applied when the NP is greater than 0.5 bar. To check if the SicoAir product falls within the scope of Directive 97/23/EC the following parameters need to be considered: - Type of fluid: compressed air (fluid group 2) - NP operating pressure: 12.5 bar (considered the maximum operating pressure) - DN Nominal diameter: 63 mm (considered the maximum DN) Article 3, Section 1.3 b - Directive 97/23/EC Piping intended for: a) gases, liquefied gases, gases dissolved under pressure, vapours and also those liquids whose vapour pressure at the maximum allowable

temperature is greater than 0.5 bar above normal atmospheric pressure, (1,013 mbar) within the following limits: - for fluids in Group 2 with a DN greater than 32 and the product PS x DN greater than 1 000 bar (Annex II, table 7);

It shows the calculation of the product of PS and DN: PSxDN = 12.5x63= 787.5 bar < 1000 bar

The values of PS and DN are shown on the graph.

Art. 3. Par. 3

SicoAir DN 63 and PS 12.5

Tab. 7

27

As can be seen from the calculation and Table 7 the SicoAir product is covered by paragraph 3 of Article 3 and, therefore, may not bear the EC marking referred to in Article 15 of Directive 97/23/EC. The SicoAir product is therefore provided with instructions for use and maintenance.

7. SAFETY ADVICE

IMPORTANT Please read this manual carefully as it provides important information and warnings about the safety, use and maintenance of the system. It will also be appropriate to store it for further consultation.

e n g l I s h

- After removing the packaging, check that all components are present; if in doubt do not use the components and contact SICOMAT srl - It is essential to follow the instructions contained in this manual. - Any installation carried out in a manner inconsistent with the requirements specified in this manual may impair the safety of the user. - The pipes and fittings shall not be installed in contact with sources of vibration and thermal shock that will lead to exceeding the limits given in section “OPERATING CONDITIONS” - SICOMAT srl declines any responsibility for damage to persons, animals or damage caused by improper installation or resulting from improper and unreasonable use.

IMPORTANT The SICOMAT product SicoAIR must never be used for direct assembly on compressors, dryers or tanks. In these applications there must always be a suitable hose fitted in between.”

8. STORAGE CONDITIONS The components must be stored in a closed, clean and shaded location, not exposed to heat or direct sunlight.

9. DESCRIPTION OF COMPONENTS The SicoAir product components vary according to their nominal diameter.

9.1 Components for products with DN ≤ 32

Fitting code R2XX.XXX.XXX comprising: A. Clamping nut Nylon 6 Blue B. Locking clips smooth stainless steel C. Spacer Nylon 6 Black D. Seal OR - NBR E. Body Nylon 6 Black

9.2 Components for products with DN ≥ 40

Fitting code R2XX.XXX.XXX comprising: A. Clamping nut Nylon 6 Blue B. Locking clips smooth stainless steel C. Spacer Nylon 6 Black D. Seal OR - NBR

E. Body Nylon 6 Black F. Internal compensator

28

10. ASSEMBLY INSTRUCTIONS

10.1. Installation measure

Check the compatibility of the carrier fluid (if different from compressed air) with Nylon 6, NBR and Aluminum, referring to the "Compatibility Table" obtainable from the Sicomat. Consider the thermal expansion by activating the most appropriate technical solutions to run the system.

10.2. Preparing the pipe

Use pipe cutter code R230.000.009 - R230.000.010 (depending on the diameter of the tube), position the tool perpendicular to the pipe to be cut and start cutting.

Use chamfering tool (Code R230.000.008 for pipes up to Ø 40, Code R230.000.011 pipes over Ø 40) and chamfering tool for interior (Code R230.000.007) and operate according to the instructions in the literature accompanying the tool in use. Bevel the pipe as evenly as possible without generating chips which are not completely detached from it as these could affect and dama- ge the seal.

Cod. R230.000.008

Cod. R230.000.011

Cod. R230.000.007

Chamfering operation, essential to avoid damaging the seal of the fitting, must follow the indications given in the following scheme.

S

Sm = 1/2 thickness

IMPORTANT: For a perfect link between the pipes, it is recommended that the cut be perfectly perpendicular, remove any burrs and chamfer the edge in order to protect the seal during insertion.

GROOVE

During cutting and chamfering avoid damaging the painted surface of the sealing area (about 50 mm from the end of the tubes).

29

10.3. Assembling pipe - fitting

Make sure that all parts of the connector are properly mounted. Carefully check the orientation of the clip, if it is installed incorrectly, the tightness of the connection is not guaranteed.

FITTING

CLIP

COUPLING RING

ANTISCREW

e n g l I s h

Before inserting the pipe into the fitting, screw the lock nut up against the tooth of the self-locking device and no further. The tube is inserted into the fitting up against the setback, over the seal . To ensure that this is done you can check by creating a mark on the tube starting from end to the measurement "L" shown in the table below.

DN

20 45

25 55

32 60

40 65

50 85

63 95

L[mm]

The "SICOAIR" blue R235 locking key has a break that turns out to be the template to mark the correct reference position of the pipe in the fitting.

To facilitate the insertion of the pipe into the fitting, we recommend that you lubricate the outside of the pipe and the inner seal of the fitting itself. Lubrication in addition to facilitating the insertion of the pipe into the fitting optimises the operation of the seal avoiding damage over time.

NEUTRAL GREASE OR VASELINE

Use neutral grease or Vaseline

Lubricate the seal inside the fitting

Lubricate the outer part of the pipe

Perform the insertion

You can also use spray lubricants, as long as they are neutral or Vaseline.

In the event the absence of any type of lubricant in the system is specifically required, the insertion of the pipe into the fitting can be performed without the help of lubricants.

30

When the pipe is properly inserted into the fitting, screw the nut as tight as possible surpassing the self-locking device.

To facilitate the mechanical closing of the connection, use of "SICOAIR" keys is recommended.

The table shows, for each fitting, the force (expressed in Nm) required for the closure of the ring in order to ensure a perfect pneumatic and mechanical seal.

DN

20

25

32

40

50

63

F [Nm]

9÷11

11÷13

12÷15

15÷17

17÷20

18÷22

IMPORTANT: Do not use wrenches and pliers that can damage the fittings.

For proper installation and so as not to endanger the pneumatic seal fittings, offsets of more than 2° from the original are not allowed.

31

11. TECHNICAL STANDARDS FOR INSTALLATION

11.1. Preamble

All theoretical calculations and considerations contained in this manual are valid at an ambient temperature of installation between 15 and 25°C.

e n g l I s h

Range due to thermal expansion

CAUTION In the event that the installation takes place at temperatures outside the range indicated above, necessary corrections will have to be made.

11.2. Clamping of the pipe

The minimum distance from the fitting of the bracket must be 100/150 mm to allow for the slipping of the pipe due to thermal expansion. When the piping is longer than 30 metres, you must insert the appropriate means of compensation for expansion (expansion coefficient of the aluminum K = 0.000023). When planning the system, you should consider the minimum clearances necessary to ensure the proper expansion of the pipe.

11.3. Calculation of bending points

In order to allow the proper operation of the system, absorption points must be sized and prepared on long sections to take care of expan- sion caused by temperature changes.

KEYWORDS A-B * = UNIT (mm)

* The B unit is not binding for the operation

L-L1-L2 = LENGTHS (mt) DL = EXPANSION (mm) DT = TEMPERATURE RANGE (°C) M = MOBILE BRACKET F = FIXED BRACKET

EXEMPLES:

L1 = 40 mt DT = 50°C DL = DT x 0.02 x L = 50 x 0.02 x 40 = 40 mm L2 = 40 mt

DL = DT x 0.02 x L A = DL x 23 B = 0.7 x A

A = DL x 23 = 40 x 23 = 920 mm B = 0.7 x A = 0.7 x 920 = 640 mm

32

11.4. Types of bevel Application examples of absorption of expansion.

KEYWORDS MS = BRACKET

P = GRADIENT D = DESCENT M = MOBILE BRACKET F = FIXED BRACKET

Flat bevel

Vertical bevel (upward)

Vertical bevel (downward)

IMPORTANT: In order to avoid the accumulation of condensate, the vertical bevel (downward) should not be used unless there is a condensate outlet.

33

11.5. Gradients

All horizontal pipes must be positioned with a slight incline (0,1÷0,5%) in order to allow drainage of the condensation that may form in the system.

e n g l I s h

It is necessary that the gradients make it possible to direct the water into the outlets (manual or automatic) arranged in the system. Place these devices at low points.

SAMPLE APPLICATION

DRAINAGE GRADIENT

34

11.6. Pipe brackets

In order to allow the expansion of the pipeline and prevent stress points that can affect the proper functioning of the system, the pipes must be bracketed to the building using "fixed collars" and "sliding collars" appropriately positioned.

FIXED POINT

SLIDING COLLAR

The "fixed collars" support the pipe and the block axially, while the "sliding collars" support the piping allowing axial sliding.

FIXED COLLAR

SLIDING COLLAR

35

11.7. Zones

To facilitate maintenance, they are fitted with ball valves designed to cut off the system for localised interventions.

e n g l I s h

TAP

TAP

36

11.8. Bracket spacing

For good pipe stability, it is extremely important to measure carefully the spacing of the support brackets. To do this, use the table below.

SPACING

DN 20/25

32

40

50

63

2,5

3

3,5

4

4,5

P

KEYWORDS L = LENGHTH (mt) P = BRACKET SPACING (mt) M = BRACKET G = JOINT

In the vicinity of the joints, in order to avoid unwanted flexing, it is always necessary to place a bracket even if the spacing "P" does not require it.

NO

OK

37

11.9. Descent and drop

e n g l I s h

DL = DT x 0,02 x L A = DL x Y

LEGENDA A = UNIT (mm)

L1-L2 = LENGTHS (mt) DL = EXPANSION (mm) DT = TEMPERATURE RANGE (°C) F = FIXED BRACKET U = USE Y = CALCULATION FACTOR

CALCULATION FACTOR Y

DN 20/25

32 25

40 28

50 33

63 50

20

Y

In case of use of ball valves fix the end of the descent with good stability.

NO

OK

38

11.10. Bevel with hose

As an alternative to "standard" bevels it is possible to use hoses by following the instructions below.

DL = DT x 0,02 x L B = (2xR) + DL1 + DL2 Y

KEYWORDS L1-L2 = LENGTHS (mt)

DL1-DL2 = EXPANSIONS (mm) DT = TEMPERATURE RANGE (°C) M = BRACKET R = RADIUS A-B = UNITS (mm)

UNITS R-A (mm)

DN

20 70

25 85

32

40

50

63

100 500

130 560

160 600

200 800

R (mm) A (mm)

370

390

CAUTION For flexible hoses, refer to the manufacturer's data.

11.11. Curve with hose

It is possible with the use of the hose to manage the change of direction and simultaneously compensate for the thermal expansion.

L min = 1000 mm

KEYWORDS L1-L2 = LENGTHS (mt) DL1-DL2 = EXPANSION (mm) M = BRACKET R = RADIUS L = FLEXIBLE DEVELOPEMENT (mm)

Avoid curves which are too "closed" and too "stretched".

Page 1 Page 2 Page 3 Page 4 Page 5 Page 6 Page 7 Page 8 Page 9 Page 10 Page 11 Page 12 Page 13 Page 14 Page 15 Page 16 Page 17 Page 18 Page 19 Page 20 Page 21 Page 22 Page 23 Page 24 Page 25 Page 26 Page 27 Page 28 Page 29 Page 30 Page 31 Page 32 Page 33 Page 34 Page 35 Page 36 Page 37 Page 38 Page 39 Page 40 Page 41 Page 42 Page 43 Page 44 Page 45 Page 46 Page 47 Page 48 Page 49 Page 50 Page 51 Page 52 Page 53 Page 54 Page 55 Page 56 Page 57 Page 58 Page 59 Page 60 Page 61 Page 62 Page 63 Page 64 Page 65 Page 66 Page 67 Page 68 Page 69 Page 70 Page 71 Page 72 Page 73 Page 74 Page 75 Page 76 Page 77 Page 78 Page 79 Page 80 Page 81 Page 82 Page 83 Page 84 Page 85 Page 86 Page 87 Page 88 Page 89 Page 90 Page 91 Page 92 Page 93 Page 94 Page 95 Page 96 Page 97 Page 98 Page 99 Page 100 Page 101 Page 102 Page 103 Page 104 Page 105 Page 106 Page 107 Page 108 Page 109 Page 110 Page 111 Page 112 Page 113 Page 114 Page 115 Page 116

Made with FlippingBook - professional solution for displaying marketing and sales documents online